indietro
Paul Gauguin

(Parigi 1848 - Atuana Hiva-Oa, isole Marchesi 1903)

home


Trascorsi gli anni dell'infanzia in Perù, tornò in Francia e si mantenne facendo i mestieri più disparati, dedicandosi alla pittura nel tempo libero. Nel 1874 strinse amicizia con Camille Pissarro e fu accolto nel gruppo degli impressionisti. L'esempio di Paul Cézanne e di Edgar Degas, artisti che avevano sviluppato uno stile indipendente e perseguivano ricerche originali, lo incoraggiò a elaborare uno stile più personale.

Nel 1886, durante un soggiorno a Pont-Aven, in Bretagna, conobbe Emile Bernard, con il quale pose le basi del "sintetismo": ispirato all'arte primitiva e alle stampe giapponesi, il sintetismo si caratterizzava per il rifiuto della prospettiva, la preferenza per i colori violenti e piatti, e l'enfasi sul contorno delle figure, definito da un tratto scuro e marcato. Dopo l'incontro con Vincent Van Gogh ad Arles nel 1888, Gauguin realizzò una serie di tele in cui ampie macchie di colore si addensano in forme antinaturalistiche.

Nel 1891, povero e indebitato, salpò per i mari del Sud e vi rimase per il resto della sua vita, stabilendosi dapprima a Tahiti e in seguito alle isole Marchesi. Sotto l'influenza della cultura figurativa della Polinesia, Gauguin accentuò la potenza espressiva delle sue opere (che aumentarono anche di dimensioni rispetto alle precedenti), semplificandone la composizione e marcando ulteriormente i contorni delle figure.
Gauguin fu un precursore del fauvismo e la sua opera ebbe un ruolo determinante nell'elaborazione artistica di Amedeo Modigliani, Munch e di molti pittori espressionisti.

Gallerie virtuali in rete: Webshots


Due donne tahitiane sulla spiaggia
1891
olio su tela; 67 x 90
Parigi, Musée d'Orsay

Il gusto per le forme semplici e massicce, che aveva sviluppato durante i soggiorni in Bretagna attraverso lo studio delle arti popolari francesi, si incontra a Tahiti con l'attrazione per il primitivismo esotico che avrà in Gauguin uno dei principali esponenti nella cultura europea.